intolleranti

Quanto siamo intolleranti!!

La crostata ai cristalli di zucchero..

su maggio 21, 2012

La ricetta di questa crostata uscì fuori tanti anni fa in un libro di ricette di poco valore, credo allegata all’acquisto di un forno a micro-onde..

eppure da allora, i tempi in cui provai questa ricetta, a parte un paio di varianti .. Non ho mai dovuto modificare la ricetta visto che sono di certo il MASTER CROSTATAIO della famiglia.. 😉

Ingredienti:

250 grammi di farina

110 grammi di zucchero

125 grammi di burro (o 120 grammi di olio di semi se sei intollerante al latte)

un cucchiaio di zucchero di canna

1 uovo intero

1 tuorlo

marmellata a scelta, io impazzisco per quella di ciliege Santarosa

Preriscaldate il forno a 225 gradi ventilato, possibilmente sotto …

Mettete farina, zucchero, olio e le uova in una scodella e girate o con il mini-piner, o se lo avete, nel robot.. (io l’ho bruciato anni fa e devo ancora ricomprarlo..) . Non lavoratelo molto, basterà fare unire gli ingredienti, vederli amalgamati  e che l’impasto sia abbastanza unito.

Toglietene un pugno per fare le striscette e modellate il restante pezzo su uno stampo di vetro da crostata precedentemente oliato e infarinato. Prendete la crostata, e versatene un velo abbastanza abbondante (un pò più di mezzo barattolo di marmellata potrebbe andare) e cmq a seconda dei gusti.. Fatto questo mettete da parte e prendete la parte dell’impasto per le strisce, stendetela un paio di volte sul tavolo ricoperto con poca farina.. e con il dorso di un coltello o con una rotellina formate delle strisce abbastanza cicciotte di larghezza da disporre a croce sulla crostata. Se dovessero spezzettarsi nn abbattetevi, mettetele spezzettate formando comunque la striscia, a cottura ultimata nn si noterà affatto.(a me che sono casinara di natura questa cosa capita sempre!!)

Una volta fatte le strisce prendete lo zucchero di canna e lentamente con due dita versatecelo sopra . Di modo che siano tempestate di zucchero.

Prendete la crostata e mettetela nel forno per 10 minuti, dopodichè datele un’okkiata, la cottura della marmellata dipende dal forno che avete. Tiratela fuori guardate se si è colorata sia sotto che sopra.. Qualora nn fosse cotta solo sopra mettetela un paio di minuti ancora ma con il grill.

Voitlà.. La crostata è fatta.

Mi sento di aggiungere un paio di commenti: molto mettono l’impasto in frigo. In questo modo si compatta e si asciuga maggiormente l’olio permettendovi di stenderlo con più facilità e precisione. A me sinceramente dato il sapore, non è mai servito.

Altri mettono del bicarbonato, per renderla soffice, ma a meno che nn dobbiate mangiarla tutta la sera stessa lasciate stare, la crostata il giorno seguente si ammorbidisce da sola. E diventa più buona del giorno prima.

Alcuni mettono il lievito, ma non serve. La crostata non deve crescere.

Ma sopratutto non fatevi abbattere dalla consistenza delle strisce, io a volte sbrocco in maniera teatrale.. Se non sono venute.. Componetele con calma.. Saranno buonissime ; e  con lo zucchero di canna granelloso sopra poi, avrete qualcosa di eccezionale… Provare per credere..

😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: